Attività nelle scuole

Nelle scuole,  Emergency promuove la diffusione di una cultura di pace attingendo alla sua esperienza diretta in zone di guerra. Su invito di insegnanti e studenti, Emergency interviene nelle classi con progetti differenziati per tematiche e fasce di età.

Come si combatte una guerra oggi? Quali sono i suoi effetti? Chi sono le sue vittime? Come funzionano le mine antiuomo?

 
 

È per dare risposta a domande come queste che Emergency, accanto all’intervento umanitario nelle zone di guerra, ha sempre utilizzato la testimonianza come strumento di informazione.

Raccontare gli interventi umanitari di Emergency e le realtà in cui si inseriscono è un modo per invitare i ragazzi a una lettura più completa e consapevole dei molti conflitti oggi in corso.

Emergency parla ai bambini più piccoli di realtà segnate dalla guerra, stimolandoli a immaginare un futuro di pace.

Gli incontri sono tenuti da volontari di Emergency, appositamente preparati, che trasmettono un messaggio positivo: si può fare concretamente qualcosa per restituire una vita dignitosa alle vittime di guerra, contribuendo alla costruzione di un futuro di solidarietà e di rispetto dei diritti fondamentali.

Emergency interviene nelle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado con racconti, immagini e testimonianze tratti dalla sua esperienza in zone di guerra . Leggi di più su http://www.emergency.it/scuola

Linguaggio, contenuti e immagini variano a seconda dell’età e del tipo di progetto scelto. In base alle esigenze della classe, i volontari di Emergency possono intervenire in un unico incontro oppure con un percorso più articolato definito insieme agli insegnanti.

Se sei un insegnante o un genitore, puoi chiedere maggiori informazioni mandando una e-mail a pisa at volontari.emergency.it (sostituisci at con @ e togli gli spazi) oppure compilando questo breve questionario.

 

Attenzione, questa pagina è per gli incontri scuola a Pisa e provincia! Per richiedere un incontro altrove scrivi a scuola@emergency.it o chiedi al gruppo territoriale più vicino a te.